online chat

news

cerca news |
RSS  

  informatica  

PROGETEC, ISO 9001-2015 e Piano Nazionale Industria 4.0 -  20-02-2017 

informatica: PROGETEC, ISO 9001-2015 e  Piano Nazionale Industria 4.0 Il gestionale ERP in cloud PROGETEC sta rilasciando in questi giorni un nuovo modulo che ha lo scopo di agevolare le aziende che ne fanno uso negli adempimenti della ISO 9001/2015 relativi al controllo delle forniture.

Le nuove funzioni consentono un monitoraggio dei fornitori in termini rispetto dei tempi di consegna, valutazione e gestione non conformità, tracciamento del flusso ordine di acquisto (OdA) – documento di trasporto (DDT) ed eventuale sollecito/reso/ carico-scarico magazzino.
A valle del processo di controllo e' allo studio un vasto campionario di report, eventualmente esportabile su foglio di calcolo, per un controllo delle nono conformità sui materiali e fornitori più critici.

Il software, già riconosciuto da enti certificatori come innovativo, si colloca nel filone degli strumenti chiave per la digitalizzazione delle imprese previste nel “Piano Nazionale Industria 4.0”.

(gv)

   

  informatica  

Cookies di terze parti, cosa sono? -  30-10-2012 

informatica: Cookies di terze parti, cosa sono? I cookies (letteralmente "biscotti") sono dei file che i siti da te visitati generano sul tuo computer per memorizzare informazioni relative alla tua navigazione. Questo file verrà riaperto la volta successiva in cui si accederà sullo stesso sito.
Sebbene non costituiscano una minaccia al buon funzionamento del computer essi vengono utilizzati spesso a nostra insaputa personalizzando (nel bene e nel male) la nostra navigazione che non sarà quindi uguale a quella di un altro utente. Tutto sommato, in alcuni casi, potrebbe risultar comodo ad esempio che un dato portale si apra direttamente sulla pagina che noi visitiamo spesso piuttosto che su una pagina più generica destinata ai visitatori senza cookies, l'importante è saperlo!

Più subdolo è il comportamento dei cosiddetti "cookies di terze parti" ovvero coockies raccolti quando si naviga su un sito "A" che però vengono utilizzati quando andiamo su un sito "B" (anche se è la prima volta!). Ad esempio se dal sito A che parla di sport andiamo a leggere il risultato di una partita di basket, quando andrà su un sito B, che potrebbe essere ad esempio di eCommerce, ci compare in primo piano la pubblicità di una nuova scarpa da basket. Anche se questo ci potrebbe sembrerebbe una coincidenza, beh in questo caso non lo è!

Per fortuna molti browser (ad esempio Mozilla Firefox) consentono di disabilitare la memorizzazione di cookies o di disabilitare solamente i cookies di terze parti (scelta sempre consigliata).

Per avere una prova di quanto detto sin qui potete verificare quello che è stato memorizzato sul vostro computer attraverso questo sito: www.youronlinechoices.com

Concludo questo articolo ricordando che i social network, che fanno della conoscenza dei nostri gusti quasi una mission, memorizzano ogni informazione che noi forniamo spontaneamente (ad esempio il "mi piace" di Facebook o il +1 di Google+. Queste informazioni non vengono memorizzate sul nostro computer sotto forma di file innocui ma risiedono su potentissimi database e spesso vengono incrociati ed arricchiti con altri dati, e non possono essere cancellati tanto facilmente... ma questa è un'altra storia...

(gv)

   

  informatica  

La navigazione internet è sempre più mobile -  28-10-2010 

informatica: La navigazione internet è sempre più mobile [tecnici.it] Il dato emerge dalla ricerca condotta dall’Osservatorio School of Management del Politecnico di Milano e presentata nel corso di Smau 2010, che si è appena concluso a Fieramilanocity. I dati economici testimoniano la crescita: in base alle previsioni, il settore del mobile internet raggiungerà a fine 2010 i 550 milioni di euro, il 40% in più rispetto al 2009.

L’indagine traccia anche l'identikit del cybernauta mobile, da cui emerge che a navigare col cellulare sono soprattutto gli uomini (62%), i giovani fino a 44 anni (80%) e le persone con un grado elevato di istruzione. Il 40% dei mobile surfer scarica applicazioni dai vari negozi on line, il 49% dichiara di essere entrato in un social network almeno una volta negli ultimi tre mesi, il 40% cerca informazioni come prezzi, orari, indirizzi.

Anche le imprese italiane si dimostrano più mature nell'utilizzo delle soluzioni di Information technology. Negli ultimi due anni, secondo l'Osservatorio, le piccole e medie imprese che stanno impiegando in modo evoluto la tecnologia sono passate dal 12 al 17 per cento mentre si è ridotta la percentuale di imprese più arretrate dal punto di vista tecnologico, scese dal 42 al 34 per cento.

(gv)

   

  informatica  

iPad - Steve Jobs avrà ragione ancora una volta? -  28-01-2010 

informatica: iPad - Steve Jobs avrà ragione ancora una volta? [da Tecnici.it] Apple presenta il tablet "iPad", costerà 499 dollari

L'AD di Apple Steve Jobs oggi ha presentato il tablet "iPad", cercando di definire una nuova categoria di dispositivo wireless che metterà insieme funzione video, giochi e ogni sorta di media.

Quello dell'iPad rappresenta il più importante lancio di un prodotto di Apple da quando tre anni fa fu presentato l'iPhone.

Dopo mesi di voci circolate su Internet e tra gli investitori, Jobs - tornato in pubblico lo scorso anno dopo un trapianto di fegato - è salito sul palco in un affollato teatro di San Francisco e ha iniziato a illustrare dettagliatamente le caratteristiche principali del prodotto.

L'iPad è touchscreen con un display da 9,7 pollici, è sottile - solo mezzo pollice - e pesa meno di 700 grammi. Ha una memoria di 16-64 gb, e una batteria con dieci ore di autonomia.

Può girare con film, libri, giochi, e con una quantità di applicazioni media.

L'iPad costerà 499 dollari per il modello da 16 gb, 699 per quello da 64gb. Ogni modello costerà 130 dollari in più per la funzione 3G wireless.

Virtualmente, sull'iPad possono girare tutte le applicazioni non modificate dell'iPhone.

Ma gli analisti avvertono che vendere questo tablet potrebbe non essere semplice. Non è ancora chiaro se i consumatori vogliano un apparecchio che si colloca tra uno smartphone e un laptop.

Poco dopo l'inizio della presentazione di Jobs, il titolo di Apple ha perso oltre il 2%. (Reuters)

(gv)

   

  informatica  

100 euro a famiglia in più per la SIAE -  21-01-2010 

informatica: 100 euro a famiglia in più per la SIAE Il prezzo industriale di un DVD vergine è di circa 15 centesimi ma grazie alla SIAE il consumatore paga un cosiddetto "equo compenso" aggiuntivo di ulteriori 41 centesimi (oltre il doppio del prezzo del CD). Sul prezzo così formato poi viene applicato il ricarico della filiera ed infine l'IVA... Così un DVD arriva ad un costo di circa 1 euro!
Con il decreto Bondi a fronte di una piccola riduzione del balzello SIAE per CD e DVD c'è una lunga serie di nuovi ingressi di supporti che vengono tassati come pennette USB ed HD esterni che quindi in Italia verranno a costare qualcosa in più (vedi tabella allegata elaborata dday.it).
Secondo Altroconsumo "nel corso di un anno una famiglia media spenderà in più 100 euro grazie al decreto Bondi (Ministero dei Beni Culturali). Comprando dotazioni tecnologiche o prodotti Hi-Tech, senza saperlo, si vedrà costretto a pagare una quota, nascosta, per l'equo compenso. Per remunerare, cioè, gli autori per il presupposto mancato compenso dovuto alla copie dei contenuti - musicali, audio, video - che i consumatori faranno per uso privato".
In molti, compreso lo scrivente, siamo convinti che questa politica legittima di fatto una "truffa" soprattutto perché tale balzello applicato alla fonte (da chi produce o importa in Italia) non a caso è poco noto ai più.

(gv)

siae.jpg (88kB)    

  informatica  

Microsoft e Google: piccole rappresaglie tra colossi -  15-07-2009 

informatica: Microsoft e Google: piccole rappresaglie tra colossi Microsoft ha appena annunciato che contemporaneamente all'uscita di Office 2010 (pacchetto contenente: Word, Excel e Power Point) pubblicherà una versione gratuita utilizzabile via Internet raggiungendo il rivale Google che ha lanciato un servizio simile (Google DOCS) già da tempo.
D'altro canto Google ha annunciato la settimana scorsa che sfiderà Windows con un sistema operativo gratuito che promette di abbassare il costo dei personal computer che oggi vengono acquistati con tutto il sistema operativo installato.
Rotti ormai gli argini, la Microsoft vuole combattere Google in casa come ha fatto il suo concorrente e il mese scorso ha introdotto un nuovo motore di ricerca, chiamato Bing, che ad oggi è riuscito nell'intento di sottrarre una piccola quota di mercato a Google.

(gv)

   

  informatica  

Arriva Google Wave, l'evoluzione della posta elettronica -  04-06-2009 

informatica: Arriva Google Wave, l Durante il seminario "Google I/O" stato presentato il prototipo del nuovo sistema che promette di rivoluzionare l'e-mail.
Google Wave non è infatti un semplice sistema per inviare messaggi di posta, non è un sistema per chattare, non è un blog, non è un social network: semmai l'insieme di tutte queste cose ed anche molto di più.
La ErgonoTEC srl si è offerta partecipare al progetto per testare Wave che, prima di essere esteso al grande pubblico dovrà  essere ben rodato e perfezionato.

(gv)

   

  informatica  

Una nuova minaccia virus? -  31-03-2009 

informatica: Una nuova minaccia virus? (da ilSole24 - Tecnologia) Domani, mercoledì primo aprile, vedremo se il grido di allarme lanciato nei giorni scorsi dagli esperti relativamente ai possibili danni legati a una nuova variante del virus Conficker quali effetti avrà sortito. Il "worm" in questione, assai sofisticato e programmato per prendere di mira i computer con sistema operativo Windows collegati in Rete e renderli tali e quali a degli "zombie" per sferrare attacchi informatici di massa, è ben noto ai produttori di soluzioni di sicurezza e soprattutto a Microsoft, che sulla testa dei suoi creatori ha messo una taglia di 250mila dollari. Il rischio di contagio è in effetti molto grande – si parla di circa 50mila domini Internet a rischio infezione ogni giorno anche perchè Conficker blocca gli arrivi dei bollettini informativi di Windows e modifica il registro che permette al sistema operativo di proteggersi e ripristinarsi da un punto in cui tutto funzionava senza problemi. Il virus del "pesce d'aprile" (ma gli attacchi proseguiranno anche nei giorni successivi), è un pericolo a tutti gli effetti soprattutto per l'uso che ne possono fare gli hacker che l'hanno generato: l'utente infettato sarà a sua insaputa un trampolino di lancio per attacchi di massa o per il furto di dati e la lista dei computer zombie diventare una preziosa merce di contrattazione per i cybercriminali. Data la sua enorme popolarità , anche Wikipedia, l'enciclopedia del Web, ha dedicato una pagina assai dettagliata a Conficker e in attesa dei rimedi a livello software il consiglio è quello di non navigare su siti "a rischio".

(gv)

   
cerca news |
RSS  



ErgonoTEC s.r.l.  C.so Lazio, 17 - 03100 Frosinone (FR) - P.Iva: 02354600609

CHI SIAMO

SERVIZI

SOFTWARE

CONTATTI