100 euro a famiglia in pi per la SIAE
CAT.: informatica

informatica: 100 euro a famiglia in pi per la SIAE Il prezzo industriale di un DVD vergine è di circa 15 centesimi ma grazie alla SIAE il consumatore paga un cosiddetto "equo compenso" aggiuntivo di ulteriori 41 centesimi (oltre il doppio del prezzo del CD). Sul prezzo così formato poi viene applicato il ricarico della filiera ed infine l'IVA... Così un DVD arriva ad un costo di circa 1 euro! Con il decreto Bondi a fronte di una piccola riduzione del balzello SIAE per CD e DVD c'è una lunga serie di nuovi ingressi di supporti che vengono tassati come pennette USB ed HD esterni che quindi in Italia verranno a costare qualcosa in più (vedi tabella allegata elaborata dday.it). Secondo Altroconsumo "nel corso di un anno una famiglia media spenderà in più 100 euro grazie al decreto Bondi (Ministero dei Beni Culturali). Comprando dotazioni tecnologiche o prodotti Hi-Tech, senza saperlo, si vedrà costretto a pagare una quota, nascosta, per l'equo compenso. Per remunerare, cioè, gli autori per il presupposto mancato compenso dovuto alla copie dei contenuti - musicali, audio, video - che i consumatori faranno per uso privato". In molti, compreso lo scrivente, siamo convinti che questa politica legittima di fatto una "truffa" soprattutto perché tale balzello applicato alla fonte (da chi produce o importa in Italia) non a caso è poco noto ai più.

siae.jpg (88kB)    


ErgonoTEC s.r.l.
C.so Lazio, 17 - 03100 Frosinone (FR)
P.Iva: 02354600609
info@ergonotec.it
 
online chat